“Scrivi troppo” di Alessandro Girola

“Fai ancora surf?”
“Tutte le mattine.”
Point Break

Secondo alcuni, la scrittura è un’attività saltuaria, da praticare solo quando si è davvero “ispirati”. E di certo, secondo costoro, non è assimilabile alla pratica sportiva, ed è assurdo pensare a una forma di allenamento che ci consenta di scrivere meglio.

Keanu Reeves, in “Point Break”, dopo aver provato e riprovato a cavalcare le onde sul surf, entra nell’ufficio del proprio capo, all’FBI, e annuncia trionfante: “I got my first tube, sir!”, a conferma che la sua indagine stava proseguendo benone e che non stava affatto perdendo il proprio tempo. Ecco, secondo alcuni, l’allenamento alla scrittura sarebbe privo di senso e non porterebbe certo a risultati così soddisfacenti.
Di avviso radicalmente diverso è l’autore di “Scrivi troppo!”, il prolifico (neanche a dirlo), Alessandro Girola.
Il sottotitolo del suo recente saggio è “Manifesto contro la visione romantica della scrittura” e mi pare di per sé eloquente.


Secondo l’autore, il miglior modo per tentare di migliorare la propria qualità di scrittura è… scrivere. E Girola ha argomentato molto bene la propria tesi, citando fonti di certo titolate per esprimersi in proposito. La voce più nota? Forse quella di Stephen King, con Composite image of close up of man writing in spiral bookil suo lapidario consiglio: “Leggere tanto e scrivere tanto, non conosco altro sistema”.
Ma per la verità il testo si spinge più in là, con la raccomandazione di instaurare una routine quotidiana, fatta di un obiettivo minimo dal quale prescindere solo in circostanze straordinarie. Per il resto, solo con l’applicazione costante la creatività ha speranza di risultare davvero incrementata, anche sotto il profilo qualitativo.
In ciò, in pratica, la scrittura finirebbe per vedersi accomunata a qualsivoglia pratica sportiva, migliorabile con l’allenamento, la costanza e l’autodisciplina.2255367-immagine-ghostly-dell-uomo-che-si-siede-allo-scrittorio-che-scrive-sulla-tastiera-di-un-laptop-bianc
Quindi, come specificato dallo stesso autore, “Scrivi troppo” non si propone affatto come un manuale di scrittura creativa, quanto piuttosto come un manuale su come mettere a frutto gli insegnamenti di un manuale di scrittura creativa. Rappresenta insomma un insieme di consigli per costruire la propria giornata intorno alla scrittura, o quanto meno per riuscire a ricavare ogni giorno il meglio dal poco tempo che possiamo dedicare alla scrittura. Post per il blog, revisione di vecchi testi, attività di ricerca, tutto rientra in ciò che ogni giorno dovrebbe concorrere a rendere la nostra mente più allineata con l’atto di scrivere.
Come ho detto, Girola cita diverse fonti autorevoli e indica anche alcuni metodi concreti per dare immediata applicazione pratica a quanto suggerito. Mi ha stupito non trovare tra le fonti citate Natalie Goldberg. L’autrice è infatti nota per i suoi manuali in cui consiglia proprio di costruirsi una “pratica di scrittura”, anche al fine di individuare le proprie passioni e ossessioni.
In ogni modo, per quel che mi riguarda, l’acquisto di “Scrivi troppo!” è avvenuto proprio al momento giusto. Stavo perdendo l’abitudine e il gusto di scrivere, e leggere questo breve saggio è stato di provvdienziale incoraggiamento.
Al momento il mio target quotidiano è fissato sulle 500 parole. E se l’allenamento darà i suoi frutti, dovrei presto superarlo senza sforzo. Una considerazione a latere: scrivere in modo continuativo, ogni giorno, 500 parole, è anche un ottimo esercizio di concentrazione e di sano allontanamento da tutte quelle inutili fonti di distrazione che ci rubano troppo tempo prezioso (smartphone, social network, ecc.).
Inutile dire che “Scrivi troppo” è assolutamente consigliato.

Annunci

Un pensiero su ““Scrivi troppo” di Alessandro Girola

  1. Pingback: “Come ho scritto un romanzo in un mese” di Marco Siena | solo qualche parola

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...